lunedì 22 marzo 2010

Gita fotografica

La settimana scorsa ho accettato l’invito di un amico ad andare con lui a Venezia per fare delle fotografie.
Venerdì con molta calma mi sono svegliata, ho sistemato i bimbi pelosi per la lunga giornata da soli, ho fatto colazione, ho preparato lo zainetto alla Mary Poppins e poi ho aspettato che il mio amico passasse a prendermi.
Arrivati alla stazione ferroviaria abbiamo dovuto faticare non poco per trovare un posto auto e poi dopo una corsa veloce siamo saliti sul treno direzione Venezia S.L.

Il tempo purtroppo non era bellissimo, un timido sole cercava di uscire dalle nuvole ma solo il fatto di non essere chiusa in ufficio mi metteva allegria.
Durante il viaggio abbiamo deciso che le mete sarebbero state Murano e Burano.
All’arrivo alla stazione ci siamo diretti all’approdo dei vaporetti per fare il biglietto giornaliero.
Che bello vedere Venezia dal mare, le calli che sbucano ad ogni angolo, i palazzi che si affacciano sui canali e la gente che passeggia a riva.
Sul vaporetto in direzione Murano ad una fermata sale una bimba su un passeggino e mi allunga la sua manina paffuta e me la tiene avvinghiata….che dolcezza in quegli occhi azzurri e in quello sguardo birichino.
Prima di arrivare passiamo davanti al cimitero di Venezia che non è altri che una isola completamente dedicata al sonno eterno.

Murano ci accoglie con le prime bancherelle di vetri colorati.


Ci incamminiamo lungo un canale che volge verso l’interno dove a fargli da corollario ci sono negozi di oggetti in vetro di ogni tipo e colore.


L’isola la visitiamo in poco tempo e poi, cominciando a sentire i primi morsi di fame, ci sediamo in un ristorantino all’aperto in una piazzetta attigua al canale principale.
Per fortuna abbiamo scelto un menù turistico altrimenti oltre a spennarci ci avrebbero lessati. Vi dico solo che mezzo litro di vino ci è costato 15 euro…..abbiamo mangiato in due e pagato per tre.




Dopo aver mangiato ci siamo diretti al faro dove c’era l’approdo del vaporetto che ci avrebbe portato a Burano. Altro giro di barca ed approdiamo a Burano con le sue case colorate.

Che bei colori, peccato non ci fosse il sole altrimenti i contrasti sarebbero stati fantastici.
Giriamo in lungo e in largo fotografando ora una casa ora un’altra e ad un certo punto da un cortile escono tre gatti uno in fila all’altro che si muovono circospetti come una banda di monelli.

Io subito a fotografare e loro naturalmente ad ignorarmi ma erano veramente troppo belli!


Burano è molto bella, accogliente e mi ha fatto sentire molto ma molto bene.
C’era una pace, una tranquillità, i panni stesi sulle facciate delle case, i ragazzi che passeggiavano, le mamme che chiacchieravano, un posto che mi ha trasmesso tanta serenità.


Lungo il cammino incontro un bellissimo gatto nero in pieno relax ed io mi siedo davanti a lui e lo fotografo ma poi, sicuramente infastidito, decide che era giunto il momento di trovare pace lontano dagli umani sopra il telo di una barca in approdo nel canale.



Bellissimi momenti ma giunge il momento di tornare a Venezia per le ultime foto a piazza S. Marco in notturna prima di far ritorno a casa.
In piazza S. Marco mi sbizzarrisco in tempi, diaframmi, cavalletto fino a perdere la cognizione del tempo.




Infatti per questo motivo perdiamo l’ultimo treno in partenza per casa e ci troviamo in stazione a decidere se prendere una stanza in un albergo o impietosire il controllore di un treno che sarebbe partito verso le 23 per Vienna che faceva scalo a Verona.
Rapida telefonata a casa a Mariella, la mia amica nonché vicina, per sistemare i gatti così da avere un pensiero in meno.
Però il mio stomaco gridava fame e decisamente a stomaco pieno decido meglio e quindi due spaghetti con gli scampi sono un’ottima soluzione.
Decidiamo infine di tentare la strada della convinzione e per fortuna riusciamo a salire sul treno terminando la nostra giornata a Venezia abbandonandola definitivamente alle ore 23.

Bellissima giornata di foto che pur essendo belle non mi soddisfano del tutto perché grazie ad un pelucchio che si è annidato nel corpo macchina della mia Nikon D200 risultano macchiate.

16 commenti:

  1. ma dai...è dovè questo peluchino?
    Lo vedi solo tu?
    Istintivamente non mi paice Venezia,però le tue foto sono bellissime!Parola di creatrice!

    L'importante è che ti sei divertita!Baci LU

    RispondiElimina
  2. senza ombra di dubbio venezia sara' bella ..ma nemmeno a me fa impazzire poi piu' di tanto la prossima volta ti consiglio la claorosa sicilia..dove mare,montagne colline pianure ect ect ti conquisteranno ancor di piu'!!!!baci e anche secondo me le foto sono venute bene..baci e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  3. ci sono passata anch'io tanti anni fa, proprio Murano, Burano e Torcello. Era il ponte 25 aprile 1 maggio. Nostalgia, e foto e gatti.... e tante parole e risate.
    Che bello avere questi ricordi e leggerti, così mi tornano in mente!!! A Venezia sono poi tornata quando mio figlio aveva 5 anni e girava con i pattini in piazza S.Marco a sera, e tutte le volte che salivamo sui vaporetti doveva toglierli. Grazie Roby, leggerti è sempre un piacere!! Caty2

    RispondiElimina
  4. Sono bellissime!!!
    Guarda, io non me ne intendo, fotografo per diletto e per fissare quell'attimo che mi sembra eterno..Invece le tue sono bellissime, regalano attimi colmi di colore e respirano la felicità di quel giorno!!
    Il pelucchio dico la verità, non l'ho proprio visto!!
    Complimenti Roby, sono bellissime!!
    Bacissimissimi!!!

    RispondiElimina
  5. Lucia....il pelucchio c'è e lo noti tantissimo nella foto del faro in alto a dx. Si è stata una bellissima giornata e per me Venezia ha sempre un fascino particolare. Bacio :O)

    Debora.....si si il pelucchio c'è...grazie mia cara. Anche a me piace fermare il tempo. Un bacio :O)

    RispondiElimina
  6. Scarlett....purtroppo la Sicilia non l'ho vista ed ahimè passerà del tempo prima che le mie finanze mi permettano di fare un viaggio più lontano di Venezia....sighhhh.
    Bacio :O)

    Caty2....mi manca Torcello ma conto di ritornare con il sole pieno. I gatti bellissimi e tanti per mia grande gioia. Un bacio :O)

    RispondiElimina
  7. Mi piace tantissimo la foto della porta verde, quella maniglia disegna con la sua ombra un bellissimo cuore che ti voglio dedicare....per esprimere tutto il mio affetto per te!
    E poi quelle case tutte colorate, mettono così tanta allegria che la malinconia....se ne va via.
    Smak,
    Ale

    RispondiElimina
  8. Hai scritto con un tale entusiasmo, che ho viaggiato anch'io passo passo con te.
    Venezia mi piace molto.

    RispondiElimina
  9. Alexia...dobbiamo organizzare una domenica di sole e ci andiamo assieme, vedrai che pace. Mo parlo con il mio superiore se riesce a far uscire definitivamente il sole...Bacio :O)

    RispondiElimina
  10. Stella...Venezia ha un fascino particolare ma queste due isole sono più a misura d'uomo. :O)

    RispondiElimina
  11. foto bellissime e piene di calore!!complimenti...baci imma

    p.s. è partito il mio nuovo contest di primavera :cheesecake dal dolce al salato ed avrei piacere che partecipassi, passa sul mio blog per tutte le informazioni,mi raccomando nn mancare!!!!

    RispondiElimina
  12. guarda...la mia vista da falco,aveva preso quel peluchino,per uccelli in lontanaza che volavano liberi nel cielo...ci sono i colombi,a Venezia,no?
    Sarà stata attrazione di penne?
    Baci Lu

    RispondiElimina
  13. Molti bei ricordi...ho rivissuto in un istante il piacere della gita scolastica di istruzione, fatta nel lontano 1986. Stessi luoghi e panorama. Giornate indimenticabili!
    Non ne faccio più da tempo ormai
    un abbraccio
    Lilly

    RispondiElimina
  14. Dolci a go go.....Imma si ci avevo pensato ma prima devo elaborate una ricettina e sarà di sicuro salata poi ripasso da te...:O)
    Grazie un bacio :O)

    Maga di Endor...Lilly i ricordi delle gite passate sono meravigliosi ma anche oggi riusciamo a farne di belle certo manca quella spensieratezza ...un bacio :O)

    Lucia....io le ho viste tutte e quindi l'ho sapevo dove era :O)...bacio :O)

    RispondiElimina
  15. che bella la gita improvvisata a Venezia!!!! ^_____^

    Mi sa che quel micio nero l'ho fotografato pure io!!!

    Scusa ma... dove starebbe il pelucco sulle foto?! Eeeehh, noi perfezionisti... ^_^

    Un bacione!!!

    RispondiElimina
  16. Gata....quel micio nero era fantastico :O) Bacione

    RispondiElimina

Le parole sono sacre e come tali vanno usate. Se lasci un tuo pensiero firma per cortesia altrimenti verrà eliminato